Ternai non utilizza materie prime, ma apparecchiature elettriche, conduttori e altri elementi che vengono combinati per essere funzionali al servizio di trasmissione. La tabella seguente, prodotta per la prima volta nel 2009, fornisce le principali materie prime non rinnovabili contenute nelle forniture utilizzate da Terna. Il peso è calcolato a partire dalla quantità utilizzata, dal peso medio o tipico dei singoli elementi e dalla quota di materie prime contenute. In alcuni casi gli elementi sono composti da un’unica materia prima (ad esempio, gli isolatori sono composti al 100% da vetro o ceramica, la morsetteria da alluminio), in altri casi si è fatto ricorso a una stima della materia prevalente (ad esempio, il rame conta per il 60% del peso di un trasformatore ATR).

L’aumento dell’utilizzo di materie prime, in particolare alluminio e acciaio, è legato all’avanzamento dei lavori nei cantieri per la realizzazione delle nuove linee elettriche di collegamento a 380 kVi previste nel Piano di Sviluppoi.

MATERIE PRIME PREVALENTI NELLE FORNITURE
Tonnellate

  2010 2009
Porcellana 663 494
Polimerico 350 244
Rame 3.853 2.628
Alluminio 4.927 2.224
Acciaio 17.114 6.496
Vetro 1.523 1.191

Nelle attività di ufficio il materiale di consumo principale è la carta.

Il consumo di carta si riferisce al quantitativo acquistato. Il perimetro della rilevazione è aumentato rispetto al 2009 e comprende ora tutti gli uffici, compresa la sede centrale di Roma. L’inclusione della sede centrale,  dove si concentrano le attività tipiche di ufficio e di staff di tutta l’azienda, ha comportato un aumento dei consumi del 57,6%. Nel 2010, il consumo di carta pro capite (al netto degli operai) si attesta a circa 34 chilogrammi annui.

Tutta la carta acquistata dalla fine del 2009 è carta ottenuta con una pasta TCF – cioè assolutamente senza cloro – e provvista di certificazione FSC (Forest Stewardship Council – www.fsc.org), che garantisce che le foreste da cui deriva la cellulosa siano gestite nel rispetto di criteri di sostenibilità sia sotto il profilo ambientale, sia dei diritti umani.

CONSUMO DI CARTA
Tonnellate

  2010 2009 2008 (1)
CARTA FSC 83 53 53
Copertura della rilevazione (2) 100% 81% 82%

1) I valori per il 2008 sono stati calcolati solo per le sedi italiani Italia.
2) La copertura della rilevazione dei consumi di carta è espressa in percentuale del totale dei dipendenti inquadrati in funzioni manageriali e impiegatizie.

 

L’acqua non rientra nel ciclo produttivo della trasmissione e del dispacciamento dell’energia elettrica. Di norma l’acqua utilizzata – per usi igienici,di pulizia delle sedi e per gli impianti di rinfrescamento – proviene da allacciamenti ad acquedotti per usi civili. L’incremento dei consumi nel 2010 è dovuto principalmente alla perdita di due condutture in altrettante sedi territoriali, in un caso legata all’effetto del gelo sulle tubature e nell’altro a lavori civili eseguiti nelle vicinanze dell’impianto idrico.

I dati sono rilevati attraverso i contatori e le bollette dei fornitori per tutto il perimetro di rilevazione.

CONSUMO D'ACQUA
Metri cubi

  2010 2009 2008 (1)
Prelievo d’acqua 184.979 158.942 131.736

1) Il valore di consumo di acqua del 2008 in questo documento è diverso rispetto quanto riportato nelle precedenti pubblicazioni (105.851 m3 per il Gruppo e 98.041 m3 per l'Italia). I valori riportati sono frutto di una stima che somma ai consumi rilevati nel 2008 i consumi presunti dei siti rilevati dal 2009 in poi. L’anno 2008 comprende anche i consumi di Ternai Partecipacoes. Il consumo relativo al perimetro Italia per il 2008 è stato stimato pari a 123.926 metri cubi.