Total Shareholder Return

La misura più completa del valore creato da un’impresa per i propri azionisti è il TSR (Total Shareholder Return, ritorno complessivo dell’investimento per l’azionista), che è calcolato sommando all’incremento del prezzo del titolo, in un determinato intervallo temporale, l’effetto dei dividendi per azione corrisposti nello stesso periodo. Il calcolo del TSR mostra, quindi, il tasso di rendimento annuo per un investitore che abbia acquistato il titolo Ternai in data X e lo abbia venduto in data Y. Tale calcolo considera tutti i dividendi pagati dall’Azienda reinvestiti nel titolo Terna alla data di stacco della relativa cedola.

La generosa politica dei dividendi ha supportato il rendimento totale garantito agli azionisti (TSR o Total Shareholder Return), che è stato pari al 12% nel 2010. Nello stesso periodo i rendimenti dell’indice delle Blue Chip italiane e del settore europeo sono stati negativi (FTSE-MIB -10% e DJ Stoxx Utilities -3%).

Il ritorno totale per un azionista, in possesso di azioni Terna a fine 2010 è stato:

  • dall’IPO: 172% – (FTSE MIB: -7%)
  • dal 30 dicembre 2009: 12% – (FTSE MIB: -10%).

EVOLUZIONE DEI DIVIDENDI DISTRIBUITI DA TERNA S.P.A. (1)

  anno Stacco cedola Pagamento Dividendo (euro)
Anticipo dividendo 2004 2004 18 ottobre 21 ottobre 0,045
Saldo dividendo 2004 2005 23 maggio 26 maggio 0,070
Anticipo dividendo 2005 2005 21 novembre 24 novembre 0,050
Saldo dividendo 2005 2006 19 giugno 22 giugno 0,080
Anticipo dividendo 2006 2006 20 novembre 23 novembre 0,053
Saldo dividendo 2006 2007 18 giugno 21 giugno 0,087
Anticipo dividendo 2007 2007 19 novembre 22 novembre 0,056
Saldo dividendo 2007 2008 23 giugno 26 giugno 0,095
Anticipo dividendo 2008 2008 24 novembre 27 novembre 0,0592
Saldo dividendo 2008 2009 22 giugno 25 giugno 0,0988
Anticipo dividendo 2009 2009 23 novembre 26 novembre 0,07
Saldo dividendo 2009 2010 21 giugno 24 giugno 0,12
Anticipo dividendo 2010 2010 22 novembre 25 novembre 0,08
Saldo dividendo 2010 2011 20 giugno 23 giugno 0,13

1) Terna ha adottato una politica che prevede il pagamento di dividendi due volte l’anno