Il rapporto con i fornitori

Nel rapporto con i fornitori - 2.316 contrattualizzati nel 2010- Ternai pone al primo posto la trasparenza e la correttezza, come indicato nel suo Codice Eticoi. I fornitori che soddisfano condizioni di non coinvolgimento in attività illecite, di rispetto di standard di sicurezza e dei diritti umani, di solidità organizzativa e professionale vengono ammessi con pari dignità al confronto competitivo sulla qualità e sul prezzo. Gli acquisti, di norma, sono effettuati in base all’esito di procedure di gara che assicurano ai fornitori partecipanti pari opportunità e massima trasparenza. L’obiettivo di acquistare al minor prezzo, fatto salvo il livello di qualità e sicurezza richiesto, è sempre integrato con il controllo dei requisiti dei fornitori anche con riferimento alle dimensioni etiche, sociali e ambientali.

In generale in tutti i contratti di approvvigionamento sono presenti clausole relative all’impegno al rispetto del Codice Etico di Terna e del suo Modello Organizzativo 231

Dal 2008 è richiesta ai fornitori la sottoscrizione di uno specifico “Patto d’integrità” che li vincola a uniformare i propri comportamenti ai principi di lealtà, trasparenza e correttezza e li impegna a evitare comportamenti che possano limitare la concorrenza.

Dal 2010 è stata inoltre introdotta nei contratti di approvvigionamento una specifica clausola che impegna i fornitori a comunicare a Terna informazioni dettagliate in merito a tutti i sub-contratti e  subappalti affidati,  con l’obiettivo di prevenire il rischio di infiltrazione criminale attraverso imprese esecutrici di appalti, noli, forniture o altri tipi di servizi per la realizzazione delle infrastrutture della Rete di Trasmissionei Nazionale (RTN), in attuazione del Protocollo d’intesa siglato con la Guardia di Finanza.

In ambito di gara tra i criteri di selezione dei fornitori è prevista anche la certificazione di qualità UNI EN ISO 9001 del 2008 a garanzia di un sistema di gestione e di organizzazione aziendale efficiente. Terna richiede l’esistenza di procedure documentate e adottate per la tutela ambientale e per la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori come criterio di selezione dei propri appaltatori.

I settori più rilevanti per il core business di Terna sono le forniture, gli appalti di lavori e i servizi nei settori della trasmissione di energia elettrica, delle telecomunicazioni e dell’Information Technology. In base al sistema di qualificazione dei fornitori solo le imprese ritenute idonee sono inserite nell’Albo delle imprese qualificate e possono partecipare alle gare indette da Terna per le rispettive categorie merceologiche.

Condizione di ammissione all’Albo dei fornitori per le imprese che appartengono ai comparti merceologici sottoposti a qualificazione è una gestione rigorosa degli aspetti etici, sociali e ambientali in linea con gli indirizzi di Terna.

Nel 2010, sul totale dei fornitori contrattualizzati per importo ordinato superiore a 500.000 euro, il 48% risulta qualificato; tale percentuale risulta in crescita rispetto al 39% dell’anno precedente.