La manutenzione degli impianti

Sala valvoleLa manutenzione degli impianti è essenziale per garantire la qualità e la continuità del servizio.
Per assicurare un’immediata identificazione degli impianti, in particolare in caso di guasto, nonché la più rapida raggiungibilità degli stessi, Ternai utilizza un supporto palmare integrato con un sistema di navigazione che riporta tutti gli impianti sovrapponendoli a una cartografia georeferita.

Le principali attività eseguite nel 2010 su stazioni e linee elettriche sono le seguenti:

Attività di monitoraggio e controllo degli impianti: oltre ai controlli cogenti previsti dalla legge, sono stati effettuati:

  • 11.400 controlli periodici di sorveglianza/tecnici sulle stazioni ai vari livelli di tensione;
  • 91.000 km di terne ispezionate con controlli a vista, di cui circa 4.100 km con elicottero per un totale di circa 2 ispezioni all’anno della rete;
  • 24.300 controlli strumentali sugli elettrodotti utilizzando anche termocamere per l’individuazione di punti caldi e camere a ultravioletti (Daycor) per il rilievo dell’effetto corona su isolatori e conduttori.

Attività di manutenzione ordinaria: Terna individua gli interventi da effettuare sulla base dei segnali di degrado provenienti dal sistema di teleconduzione integrato, dai sensori on line e da quanto emerso durante il monitoraggio degli impianti.

Attività di taglio piante: per il corretto esercizio delle linee è necessario un continuo monitoraggio finalizzato anche a valutare la crescita della vegetazione per prevenire un eccessivo avvicinamento tra le piante e i conduttori di energia.
Gli interventi sulla vegetazione consistono di norma nel taglio a raso o, in caso di particolari vincoli ambientali, nella deramificazione mirata per il mantenimento delle distanze di sicurezza. In nessun caso vengono impiegati diserbanti.
Nel corso del 2010, il taglio piante è stato effettuato lungo 12.200 km di elettrodotti.

Attività di lavori sotto tensione: sono stati effettuati circa 2.200 interventi di manutenzione di linee sotto tensione.
Questi interventi, effettuati con linea in servizio, aumentano la disponibilità degli impianti e contribuiscono a migliorare la qualità e continuità del servizio.

Attività di manutenzione straordinaria: nel corso del 2010 sono stati ricostruiti 24 km di linee a 220 kVi e 27 km di linea a 132/150 kVi.