Connessione di nuovi impianti

SAPEI Nave posacaviTernai ha l’obbligo di connessione alla Rete di tutti i soggetti che ne facciano richiesta, individuando le soluzioni di collegamento che minimizzano l’impatto sul territorio di nuove infrastrutture di rete e nel contempo offrono all’utente uno schema di connessione economicamente sostenibile; in particolare è competente per la connessione in alta tensione alla Rete di Trasmissionei Nazionale di impianti con una potenza uguale o superiore a 10 MW. 

L’attività di accesso alle infrastrutture di rete è regolamentata dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG).

L’attuale normativa disciplina molte fasi del processo di accesso alle infrastrutture di rete, sia fissando tempi e modalità delle azioni di competenza Terna, sia definendo i margini di discrezionalità, come tempi di evasione delle richieste, tempi e costi medi delle realizzazioni, che vengono formalizzati e resi pubblici da Terna.

Nel corso del 2010 sono state ricevute più di 1.100 nuove richieste di connessione, di cui il 98% relative a impianti di produzione da fonte rinnovabile, che sommate a quelle pervenute in precedenza, si traducono in oltre 3.400 pratiche in corso di validità a inizio 2011. Nel dettaglio si possono evidenziare: 

  • circa 2.400 pratiche con preventivo accettato (non ancora autorizzate), di cui 2.200 relative a impianti di produzione dafonte rinnovabile;
  • circa 90 pratiche riferite a iniziative autorizzate, di cui 80 relative a impianti di produzione da fonte rinnovabile.

Secondo quanto stabilito dalle stesse delibere dell’AEEG, Terna ha inoltre implementato un sistema informatico per la gestione delle richieste di connessione che permette la tracciabilità e la trasparenza del processo, unitamente a un maggior numero di informazioni a disposizione della controparte.

Nel corso del 2010 sono stati conclusi i principali lavori di realizzazione degli impianti di rete per la connessione di:

  •  2 impianti di produzione da fonti convenzionali;