Salute e sicurezza sul lavoro

SicurezzaL’impegno di Ternai per la sicurezzava inquadrato nel contesto delle prescrizioni normative esistenti.
La legislazione italiana in materia di sicurezza, rivista nel 2008 (D. Lgs. 81/2008 “Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”) si pone come una delle legislazioni più stringenti in ambito europeo. Gli obblighi per le imprese riguardano numerosi fronti: formazione, analisi dei rischi, identificazione della catena di responsabilità a partire dal datore di lavoro, procedure e dispositivi di protezione, vigilanza sulle attività, incluse quelle date in appalto e subappalto. Tra gli aspetti di maggiore rilievo vi è l’obbligo di effettuare una valutazione analitica dei rischi relativi alla salute e sicurezza dei lavoratori. Tale valutazione deve riguardare non solo i rischi specifici delle singole attività, ma soprattutto quelli derivanti dall’interferenza dei lavori delle ditte appaltatrici e subappaltatrici, per tutte le operazioni che compongono il processo lavorativo del cantiere. I costi per l’eliminazione o attenuazione dei rischi da interferenza sono esclusi dalla competizione economica al ribasso per l’aggiudicazione delle gare di appalto.

In questo contesto, l’attenzione di Terna per la sicurezza sul lavoro fa perno sui seguenti elementi:

  • chiari indirizzi di politica della sicurezza. L’importanza della tutela dell’integrità fisica delle persone è richiamata nel Codice Eticoi di Terna, che individua i principi fondamentali cui tutti, ai diversi livelli organizzativi, si devono attenere perché politiche, procedure, tecnologie e conoscenze contribuiscano alla consapevolezza e alla prevenzione dei rischi. La Politica della sicurezza sul lavoro, specifica gli indirizzi del Codice Etico. Viene anche espresso l’impegno a promuovere la prevenzione degli infortuni per tutti i dipendenti, inclusi quelli delle ditte appaltatrici.
  • un portale Safety & Sicurezza dell’Ambiente, all’interno della rete Intranet aziendale, contenente un aggiornato e completo archivio della legislazione in materia di sicurezza del lavoro;
  • una struttura organizzativa preposta alla sicurezza con presidio centrale (Direzione Sicurezza Aziendale) e responsabili locali nelle sedi territoriali (Responsabile AOT, RSPP - Responsabili Sicurezza Prevenzione e Protezione) e nei cantieri; la struttura provvede anche a verifiche dirette sui luoghi di lavoro e nei cantieri;
  • un sistema gestionale certificato OHSAS 18001 (certificazione ottenuta nel 2007, confermata nel 2010. Copertura: 100% delle attività aziendali). Il sistema, integrato con quello della qualità e dell’ambiente, è basato su un’accurata mappatura dei rischi: il Documento di Valutazione dei Rischi, elaborato dal datore di lavoro e dal Responsabile Sicurezza Prevenzione e Protezione e verificato dal medico competente evidenzia la gravità e probabilità di accadimento degli eventi rischiosi specifici per ogni singolo ruolo e attività svolta da dipendenti di Terna. Il sistema consiste in una raccolta organica e dettagliata di Procedure e Istruzioni Operative su tutte le attività relative alla sicurezza (formazione per la sicurezza, metodi di lavoro, utilizzo dei dispositivi di sicurezza individuale), con maggiore dettaglio per le attività che comportano rischio elettrico (Disposizioni per la Prevenzione del Rischio Elettrico - DPRET) o di lavoro in altezza (metodi di scalata dei sostegni).